La differenza tra pomate, creme, unguenti, lozioni, gel, sciampi e schiume

Ognuno di noi prima di mettere una pomata si è chiesto almeno una volta la differenza tra pomate, creme, unguenti, lozioni, gel, sciampi e schiume e, poi, sicuramente letto da qualche parte. Ma poi la memoria…… sono curiosità che tutti conoscono ma che poi possono dimenticare. Può essere utile verificare di nuovo.

I farmaci per uso topico sono costituiti dal medicinale vero e proprio (principio attivo) e dai preparati differenti che ne permettono l’utilizzo sulla pelle. Questi preparati  sono: unguenti, pomate, creme, lozioni, gel, schiume. La scelta del preparato  dipende dalla sede interessata del nostro corpo e dalle condizioni della pelle.

Di solito:

  1. Le lesioni umide sono di solito trattate con farmaci “bagnati” come lozioni o creme.
  2. La pelle secca risponde bene all’azione occlusiva degli unguenti.
  3. La pelle con capelli, in particolare il cuoio capelluto, può essere trattata con medicamenti formulati in shampoo, lozioni, gel o mousse.
  4. Le proprietà cosmetiche del veicolo assumono particolare importanza quando si tratta il viso.
  5. La pelle grassa è spesso trattata meglio con lozioni o gel.
  6. la pelle più sensibile può trarre beneficio dall’effetto emolliente di una crema.

La differenza tra pomate, creme, unguenti, lozioni, gel, sciampi e schiume cercando di comprendere le differenti proprietà.

Unguenti. Sono preparati semi-solidi, hanno proprietà occlusive ed emollienti utili. Gli unguenti richiedono meno conservanti rispetto ad altri veicoli poiché non contengono acqua e non sostengono la crescita di microrganismi.

Creme.  Sono preparati semi-solidi emollienti, lubrificanti e leggermente occlusive (ma meno di unguenti). Sono rinfrescanti e lenitivi, e sono ben assorbiti nella pelle. Ci sono anche le creme con acqua in olio che possono anch’esse essere mescolate con l’acqua ma sono più difficili da lavare.

Paste. Sono preparati semisolidi contenenti un’alta percentuale di materiale in polvere fine come l’amido. Le paste protettive (grasse) sono unte e no si possono sciogliere in acqua. Sono difficili da applicare e rimuovere, ma la loro rigidità consente una localizzazione accurata della pasta in zone precise. Sono occlusive, protettive e idratanti. La consistenza di queste paste può essere ‘ammorbidita’ aggiungendo oli o ‘indurita’. Le paste essiccanti, dette anche paste refrigeranti, sono miscele di polvere con liquido. Questi non sono grassi, possono essere mescolate con l’acqua e facili da applicare e rimuovere.

Lozioni.  Sono preparati liquidi, semplici sospensioni o soluzioni di farmaci in acqua, alcol o altri liquidi. Quelli che contengono alcol spesso pungono, specialmente se applicati alla pelle con lesioni. Quando viene lasciato sulla pelle, il liquido evapora lasciando sulla superficie il farmaci.

Gel. Sono preparati simili a lozioni più dense, semisolidi. Lozioni e gel sono particolarmente indicati per il trattamento del cuoio capelluto e di altre zone  della pelle con peli. Come lozioni, i gel tendono ad asciugarsi quando vengono lasciati sulla pelle. I gel possono avere formulazioni esteticamente accettabili per l’uso sul viso.

Polveri. Sono applicate direttamente sulla pelle e sono noti anche come polveri per spolverare. Possono ridurre l’attrito (talco) o l’eccessiva umidità (amido). Sono occasionalmente usati per somministrare farmaci come agenti antifungini applicati ai piedi.

Vernici. Le vernici sono preparazioni liquide, sia acquose, idroalcoliche che alcoliche (tinture), che di solito vengono applicate con un pennello sulla pelle o sulle mucose e quindi evaporano.

Ma andiamo avanti con la differenza tra pomate, creme, unguenti, lozioni, gel, sciampi e schiume collodi, microspugne e liposomi.

Collodi. Sono a volte indicati anche come colori. I collodi evaporano rapidamente per lasciare una pellicola flessibile in grado di contenere i farmaci a contatto con la pelle. Sono più frequentemente utilizzati per applicare l’acido salicilico e l’acido lattico alle verruche. Possono anche essere usati come protettivi per sigillare tagli e abrasioni minori. Sono facili da applicare e idrorepellenti, ma gonfiabili.

Microspugne. Sono preparati che usano perline porose, in genere 10-25 micron di diametro, per formare un serbatoio pieno di farmaco [2]. Questo approccio è stato utilizzato per cosmetici e creme solari oltre a farmaci come perossido di benzoile e retinoidi. L’obiettivo è quello di fornire un rilascio prolungato del farmaco riducendo l’irritazione.

Liposomi. sono preparati che comprendono una fase acquosa circondata da una capsula lipidica, che varia ampiamente nel diametro da diversi nanometri a diversi micron.  I liposomi in questo modo possono incapsulare, quindi contenere, un’ampia gamma di farmaci. Utilizzati in questo modo, i liposomi possono essere considerati come “agenti che aumentano la penetrazione” all’interno della zona malata. Questi prodotti sono utilizzati prevalentemente nei cosmetici.

Spero che questa piccola spiegazione sul la differenza tra pomate, creme, unguenti, lozioni, gel, sciampi e schiume sia stata utile per la cosmesi ma anche per chi soffre di malattie della pelle come la psoriasi o la vitiligine.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, comprovati anche dai riferimenti bibliografici, gli autori del sito Neuroinfiammazione declinano ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti e altro, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante. Infatti, il contenuto, i prodotti e i servizi del blog Neuroinfiammazione hanno l'obiettivo di informare sulle malattie che possono influire sulla vita quotidiana. Ciò nonostante, nulla nel contenuto, nei prodotti o nei servizi deve essere considerato o utilizzato come sostituto alla consulenza medica.

Leggi il Disclaimer.