Novità 2018. Fibromialgia e malattie intestinali

Luoghi tranquilli per curare la fibromialgia e malattie intestinali
By Pouts31 - Own work, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=11598654

E’ necessario conoscere ed escludere eventuali associazione tra fibromialgia e malattie intestinali per scegliere le trattamenti più efficaci con il tuo medico!

Le persone con fibromialgia soffrono di dolore cronico diffuso, affaticamento, sonno non ristoratore e altri sintomi. In alcuni casi può anche essere una condizione di associazione con altre malattie (il termine medico è comorbilità – vedi nel riquadro in fondo al post) . Gli autori di una recente rassegna scientifica sull’argomento hanno esaminato l’associazione della fibromialgia con varie condizioni mediche. (Comorbid fibromyalgia: a qualitative review of prevalence and importance. Fitzcharles MA et al. European Journal of Pain. May 2018. https://doi.org/10.1002/ejp.1252).

Infatti esistono 5 tipi principali di associazione:

  1. fibromialgia e malattie reumatiche, sia infiammatorie che non infiammatorie;
  2. la fibromialgia e malattie neurologiche;
  3. fibromialgia e malattie a valenza internistica prevalentemente gastrointestinali;
  4. la fibromialgia e altre sindromi dolorose (colon irritabile , sindrome temporomandibolare);
  5. fibromialgia e disturbi del sonno.

In questo post parleremo della possibilità dell’associazione tra la fibromialgia e delle malattie a valenza internistica prevalentemente intestinali.

Le maggiori associazione tra fibromialgia e malattie intestinali sono

  1. fibromialgia e malattia celiaca;
  2. la fibromialgia e sensibilità al glutine non celiachia;
  3. fibromialgia e colon irritabile (IBS);
  4. Malattia infiammatoria dell’intestino (ad es. morbo di Crohn)

La celiachia o lo spettro della sensibilità al glutine non celiaca, di cui abbiamo già parlato, hanno sintomi simili a quelli della fibromialgia (ad es.dolori muscolari e dolori articolari). Alcuni ricercatori italiani in due studi separati hanno dimostrato che la fibromialgia era presente nell’ 11,4% di 114 pazienti celiaci e nel 31% di 468 con “sensibilità al glutine non celiachia”. Non si hanno studi su come la fibromialgia incida sulla gravità della celiachia o della”sensibilità al glutine non celiachia”

Molti studi hanno dimostrato la associazione tra il colon irritabile e la fibromialgia. Circa il 17-32% dei pazienti con colon irritabile soffre anche di fibromialgia e in questi pazienti il quadro clinico intestinale è più grave.

Vi sono segnalazioni meno certe per l’associazione tra la fibromialgia e la malattia infiammatoria dell’intestino (ad esempio morbo di Crohn). Infatti, uno studio norvegese mostra che l’associazione tra fibromialgia e malattie intestinali 18  su 521 pazienti (3,5% simile alla prevalenza della popolazione normale), mentre uno studio israeliano il 30 % di 113 pazienti e più comunemente in quelli con malattia di Crohn.

Come già detto negli altri articoli dedicati alle associazioni tra malattie, è importante per i pazienti con sospetto di fibromialgia ecludere la coesistenza di queste malattie gastrointestinali che possono avere un decorso più aggressivo e che possono essere curate in modo differente dalla fibromialgia primitiva. 

Questo articolo appartiene alla serie ” Novità 2018 sulla fibromialgia e …. “

Serie Novità 2018. Fibromialgia e .....

Di seguito sono elencati i post di "Novità 2018 sulla fibromialgia e.....
Novità 2018 sulla fibromialgia e alimentazione.
Novità 2018 sulla fibromialgia e trauma fisico. Incidenti stradali e lavoro
Novità 2018 sulla fibromialgia e stress psichico.
Novità 2018 sulla fibromialgia e i cannabinoidi
Novità 2018 sulla fibromialgia e malattie reumatiche
Novità 2018 sulla fibromialgia e malattie neurologiche
Novità 2018 sulla fibromialgia e disturbi del sonno 
Novità 2018 sulla fibromialgia e malattie intestinali

 

Parola chiave del Post: Comorbidità.
La comorbilità o comorbidità significa la presenza contemporanea di due o più malattie contemporaneamente in due diverse modalità:
1)coesistono simultaneamente ma indipendentemente l'una dall'altra;
2) compaiono secondariamente all'insorgenza di una patologia di fondo con effetti negativi sul benessere globale
La comorbidità di alcune malattie con la  FM è associata a uno stato di salute meno favorevole, a sintomi più gravi. Il riconoscimento della FM come condizione di comorbilità è importante per due ulteriori motivi.

In primo luogo, sebbene la malattia principale ha un peso maggiore per le scelte di trattamento, quando si associa alla fibromialgia può richiedere una cura più specifica su quest'ultima.
In secondo luogo, la fibromialgia non riconosciuta può essere interpretata erroneamente come uno scarso controllo della malattia principale.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, comprovati anche dai riferimenti bibliografici, gli autori del sito Neuroinfiammazione declinano ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti e altro, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante. Infatti, il contenuto, i prodotti e i servizi del blog Neuroinfiammazione hanno l'obiettivo di informare sulle malattie che possono influire sulla vita quotidiana. Ciò nonostante, nulla nel contenuto, nei prodotti o nei servizi deve essere considerato o utilizzato come sostituto alla consulenza medica.

Leggi il Disclaimer.