Novità 2018 sulla fibromialgia e trauma fisico. Incidenti stradali e lavoro usurante

By Tinelot Wittermans, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=1623

Questo è il primo post della serie Novità 2018 sulla fibromialgia e ….. ” in cui si parlerà di Novità 2018 sulla fibromialgia e trauma fisico. I dati di questo post sono tratti dalla rassegna scientifica (review) A systematic review of precipitanting physical and psychological traumatic events in the development of fibromialgia” di Yavne Y. et al. pubblicato nel gennaio 2018  (jan 2018; doi:1 0.1016/j.semarthrit.2017.12.011) nella rivista scientifica International Seminars in Arthritis and Rheumatism (“).

Gli autori americani hanno revisionato le più importanti ricerche degli ultimi anni sulla relazione tra trauma fisico e fibromialgia di cui riportiamo i risultati in sintesi.

  1. Greenfield et al. nel 1992 in cui il 19,3% di 127 pazienti di fibromialgia ha indicato in modo specifico un trauma fisico o un intervento chirurgico come evento scatenante prima dell’inizio dei sintomi.
  2. Bennett et al. nel 2007 hanno trovato che interventi chirurgici, traumi di varia origine e gli incidente automobilistico erano tra gli eventi scatenanti più comuni dell’insorgenza di fibromialgia, interessando il 16,1-17,1% dei pazienti.
  3. Jiao et al. nel 2015 hanno osservato che il 21,6% di 939 pazienti con fibromialgia aveva avuto traumi fisici precipitanti. 
  4. Al-Allaf et al. nel 2002 ha trovato che il 39% di 136 pazienti con fibromialgia riferiva l’origine ad un trauma.
  5. Gallinaro et al. nel 2001 la percentuale di diagnosi di fibromialgia a seguito di infortuni sul lavoro era 58,8% su 34 pazienti rispetto alla popolazione controllo. Questo studio aveva una prevalenza di donne. Continuiamo con il post ” novità 2018 sulla fibromialgia e trauma fisico “
  6. Aaron et al., nel 1997 al fine di vedere se lo stato di malattia del paziente potesse influenzare i risultati, sono stati confrontati i fattori scatenanti traumatici tra 80 pazienti affetti da fibromialgia già prima dell’evento traumatico e 33 pazienti controllo con fibromialgia di nuova diagnosi, e non c’era distinzione tra i due gruppi (con riferimento al solo trauma fisico, rispettivamente 15,6% vs 15%).
  7. Buskila et al. nel 2009 hanno diagnosticato la fibromialgia nel 15% di 53 sopravvissuti a un incidente ferroviario avvenuto 3 anni prima, tuttavia il tasso di risposta in questo studio era molto basso (46,5%).
  8. Magnússon et al. nel 1994 ha rilevato una prevalenza di fibromialgia del 10,5% tra 38 pazienti con colpo di frusta dopo aver escluso pazienti con lesioni pregresse o disturbi psichiatrici. Continuiamo gli Studi analizzati in Seminars in Arthritis and Rheumatism 2018.
  9. Buskila et al. ha confrontato lo sviluppo di fibromialgia tra pazienti con lesioni al collo e un gruppo di controllo di pazienti con fratture alle gambe. La fibromialgia è stata diagnosticata nel 21,6% del gruppo con lesioni al collo contro l’1,7% del gruppo con frattura alle gambe, in un periodo medio di 3 mesi dopo l’infortunio. Gli stessi gruppi di pazienti sono stati valutati dopo 3 anni e il 60% delle diagnosi di fibromialgia era confermato, soprattutto nelle donne rispetto agli uomini. La maggior parte dei pazienti in entrambi i gruppi era di sesso maschile. Continuiamo con novità 2018 sulla fibromialgia e trauma fisico.
  10. Tishler et al. hanno esaminato le percentuali di FM tra 153 pazienti con colpo di frusta in confronto con un gruppo di controllo costituito da pazienti con frattura di arto, colonna vertebrale e costola. Dopo un anno, la FM è stata diagnosticata solo in un caso nel primo gruppo e in nessuno dei controlli (0,65%).
  11. Tishler et al. in un altro studio ha riscontrato che l’11,6% di 2069 pazienti che prima del trauma erano sani nei quatro anni successivi avevano contratto la fibromialgia. Continuiamo con ” novità 2018 sulla fibromialgia e trauma fisico “.
  12. McBeth et al ha dimostrato che di 1658 adulti che svolgevano attività lavorativa con attrezzi pesanti, o movimenti ripetuti del polso ripetuti o in posizioni non usuali (ad es. inginocchiati) sviluppavano fibromialgia il 6% dopo 1 anno e il 9% dopo 3 anni.
  13. MacBeth et al. In un altro studio ha dimostrato che a causa di posizioni al lavoro non corrette e grossi sforzi fisici hanno determinato dopo 1 e 2 anni l’insorgenza di dolore cronico diffuso rispettivamente del 15% dopo un anno e del 12% dopo 2 anni di 896 giovani adulti precedentemente senza dolore.

In tutti gli studi selezionati nella rassegna scientifica (review) è presente una percentuale significativa di pazienti a cui è stata diagnosticata la fibromialgia dopo un trauma fisico da incidente automobilistico o dopo un lavoro fisicamente usurante (10-15% di tutti i osggetti potevano diventare fibromialgici). In alcuni casi ciò può avere valore anche in termini risarcitori.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Pur garantendo l'esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, comprovati anche dai riferimenti bibliografici, gli autori del sito Neuroinfiammazione declinano ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti e altro, ricordando a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico curante. Infatti, il contenuto, i prodotti e i servizi del blog Neuroinfiammazione hanno l'obiettivo di informare sulle malattie che possono influire sulla vita quotidiana. Ciò nonostante, nulla nel contenuto, nei prodotti o nei servizi deve essere considerato o utilizzato come sostituto alla consulenza medica.

Leggi il Disclaimer.